Gestire gli aggiornamenti di macOS con una soluzione di gestione dei dispositivi mobili (MDM)

Se sei l'amministratore di sistema della tua organizzazione, puoi gestire gli aggiornamenti da distribuire sui Mac.

macOS Big Sur e versioni successive includono nuovi modi per gestire gli aggiornamenti di macOS con le soluzioni MDM, sostituendo le opzioni disponibili nelle versioni precedenti di macOS con nuove opzioni che garantiscono maggiore controllo agli amministratori.

In macOS Catalina e versioni precedenti, puoi configurare un URL personalizzato del server di aggiornamento software per controllare quali aggiornamenti vengono offerti ai client. Puoi anche usare il comando softwareupdate per ignorare aggiornamenti specifici. In macOS Big Sur e versioni successive, questi metodi sono sostituiti da restrizioni MDM che ti consentono di ritardare gli aggiornamenti fino a 90 giorni.

Puoi ancora usare il comando softwareupdate --ignore sui client macOS Catalina 10.15.7 o macOS Mojave 10.14.6 per impedire l'installazione di macOS Big Sur o macOS Monterey, ma l'opzione --ignore non è più disponibile in macOS Big Sur e versioni successive.

Gestire la disponibilità degli aggiornamenti

Per configurare aggiornamenti software ritardati per macOS con MDM, usa il payload Restrizioni. In macOS Big Sur e versioni successive puoi anche ritardare gli aggiornamenti di app come Safari. Di default, gli aggiornamenti vengono ritardati di 30 giorni quando queste opzioni sono abilitate ed è possibile posticiparli fino a 90 giorni. I tuoi client macOS riceveranno automaticamente gli aggiornamenti allo scadere di tale periodo. Ulteriori informazioni sulle scadenze posticipate per gli aggiornamenti Apple sono disponibili nella documentazione sulla gestione degli aggiornamenti software nella soluzione di distribuzione dei dispositivi Apple.

Installare aggiornamenti su richiesta

Se hai necessità di distribuire gli aggiornamenti mentre è attivo un posticipo, i comandi MDM consentono di scaricare e installare aggiornamenti specifici su richiesta senza modificare le impostazioni del posticipo. macOS Big Sur aggiunge nuove opzioni per offrirti un controllo ancora maggiore sulle operazioni di installazione.

Puoi usare i comandi MDM per richiedere ai client macOS di scaricare gli aggiornamenti in background, installare aggiornamenti scaricati in precedenza o inviare un'istruzione di default che consenta al client di intraprendere l'azione appropriata in base al suo stato corrente.

I comandi MDM possono comunicare ai client su macOS Big Sur o versioni successive di scaricare un aggiornamento e avvisare l'utente nell'App Store quando l'aggiornamento è pronto per l'installazione o semplicemente di scaricare l'aggiornamento e installarlo in seguito. Se un aggiornamento richiede il riavvio, puoi usare un comando per forzare il riavvio di macOS senza alcuna interazione da parte dell'utente. In macOS Monterey è stata aggiunta un'opzione per specificare quante volte un dispositivo deve richiedere l'installazione prima che l'aggiornamento venga applicato.

Se forzi il riavvio, potrebbe verificarsi una perdita di dati.

Gestire le impostazioni dei client

Puoi gestire altre impostazioni dei client macOS tramite il payload Aggiornamento software, che ti consente di controllare se i client macOS verificano la disponibilità degli aggiornamenti e li installano automaticamente, se un client può installare versioni pre-release del software e altro ancora. Questo payload consente anche di impostare le opzioni dei client e impedire agli utenti finali di apportare modifiche alle impostazioni.

Per dettagli sull'uso delle impostazioni o dei comandi dei payload descritti, consulta la documentazione del provider della soluzione MDM.

Data di pubblicazione: