Informazioni sui contenuti di sicurezza di iTunes 12.10.3 per Windows

In questo documento vengono descritti i contenuti di sicurezza di iTunes 12.10.3 per Windows.

Informazioni sugli aggiornamenti di sicurezza Apple

Per proteggere i propri clienti, Apple non divulga, illustra o conferma alcun problema relativo alla sicurezza prima di aver eseguito un'indagine approfondita e messo a disposizione le correzioni o gli aggiornamenti necessari. Puoi trovare un elenco delle versioni più recenti alla pagina Aggiornamenti di sicurezza Apple.

Quando possibile, i documenti di sicurezza Apple utilizzano gli ID CVE per indicare le vulnerabilità.

Per ulteriori informazioni sulla sicurezza, consulta questo articolo sulla sicurezza dei prodotti Apple.

iTunes 12.10.3 per Windows

Data di rilascio: 11 dicembre 2019

CFNetwork

Disponibile per: Windows 7 e versioni successive

Impatto: un utente malintenzionato in una posizione di rete privilegiata potrebbe riuscire a bypassare il protocollo HSTS per un numero limitato di specifici domini di primo livello precedentemente non presenti nell'elenco di precaricamento HSTS.

Descrizione: un problema di configurazione è stato risolto attraverso restrizioni aggiuntive.

CVE-2019-8834: Rob Sayre (@sayrer)

Voce aggiunta il 4 aprile 2020

Proxy CFNetwork

Disponibile per: Windows 7 e versioni successive

Impatto: un'applicazione potrebbe riuscire ad acquisire privilegi elevati.

Descrizione: il problema è stato risolto attraverso migliori controlli.

CVE-2019-8848: Zhuo Liang del Vulcan Team di Qihoo 360

libexpat

Disponibile per: Windows 7 e versioni successive

Impatto: l'analisi di un file XML pericoloso può determinare la divulgazione delle informazioni utente.

Descrizione: il problema è stato risolto con l'aggiornamento di expat alla versione 2.2.8.

CVE-2019-15903: Joonun Jang

WebKit

Disponibile per: Windows 7 e versioni successive

Impatto: l'elaborazione di contenuti web dannosi può causare l'esecuzione di codice arbitrario.

Descrizione: diversi problemi di danneggiamento della memoria sono stati risolti attraverso una migliore gestione della memoria.

CVE-2019-8835: anonimo in collaborazione con Zero Day Initiative di Trend Micro, Mike Zhang di Pangu Team

CVE-2019-8844: William Bowling (@wcbowling)

WebKit

Disponibile per: Windows 7 e versioni successive

Impatto: l'elaborazione di contenuti web dannosi può causare l'esecuzione di codice arbitrario.

Descrizione: un problema di tipo use-after-free è stato risolto attraverso una migliore gestione della memoria.

CVE-2019-8846: Marcin Towalski di Cisco Talos

WebKit

Disponibile per: Windows 7 e versioni successive

Impatto: l'accesso a un sito web dannoso può rivelare i siti visitati da un utente.

Descrizione: si verificava un problema di divulgazione di informazioni nella gestione dell'API di accesso alle risorse di archiviazione. Questo problema è stato risolto attraverso una migliore logica.

CVE-2019-8898: Michael Kleber di Google

Voce aggiunta l'11 febbraio 2020 e aggiornata il 20 febbraio 2020

Le informazioni su prodotti non fabbricati da Apple, o su siti web indipendenti non controllati o testati da Apple, non implicano alcuna raccomandazione o approvazione. Apple non si assume alcuna responsabilità in merito alla scelta, alle prestazioni o all'utilizzo di prodotti o siti web di terze parti. Apple non esprime alcuna opinione in merito alla precisione o all'affidabilità dei siti web di terze parti. Per ulteriori informazioni contatta il fornitore.

Data di pubblicazione: