Informazioni sui contenuti di sicurezza di iCloud per Windows 7.14

In questo documento vengono descritti i contenuti di sicurezza di iCloud per Windows 7.14.

Informazioni sugli aggiornamenti di sicurezza Apple

Per proteggere i propri clienti, Apple non divulga, illustra o conferma alcun problema relativo alla sicurezza prima di aver eseguito un'indagine approfondita e messo a disposizione le correzioni o gli aggiornamenti necessari. Puoi trovare un elenco delle versioni più recenti alla pagina Aggiornamenti di sicurezza Apple.

Quando possibile, i documenti di sicurezza Apple utilizzano gli ID CVE per indicare le vulnerabilità.

Per ulteriori informazioni sulla sicurezza, consulta questo articolo sulla sicurezza dei prodotti Apple.

iCloud per Windows 7.14

Data di rilascio: 7 ottobre 2019

CoreCrypto

Disponibile per: Windows 7 e versioni successive

Impatto: l'elaborazione di un input di grandi dimensioni può portare a un'interruzione del servizio.

Descrizione: un problema di interruzione del servizio è stato risolto attraverso una migliore convalida dell'input.

CVE-2019-8741: Nicky Mouha di NIST

Voce aggiunta il 29 ottobre 2019

CoreMedia

Disponibile per: Windows 7 e versioni successive

Impatto: l'elaborazione di contenuti web dannosi può causare l'esecuzione di codice arbitrario.

Descrizione: un problema di danneggiamento della memoria è stato risolto attraverso una migliore gestione dello stato.

CVE-2019-8825: rilevato da GWP-ASan in Google Chrome

Voce aggiunta il 29 ottobre 2019

Foundation

Disponibile per: Windows 7 e versioni successive

Impatto: un utente malintenzionato collegato in remoto può causare la chiusura improvvisa dell'applicazione o l'esecuzione di codice arbitrario.

Descrizione: un problema di lettura non nei limiti è stato risolto attraverso una migliore convalida dell'input.

CVE-2019-8746: Natalie Silvanovich e Samuel Groß di Google Project Zero

Voce aggiunta il 29 ottobre 2019

libxml2

Disponibile per: Windows 7 e versioni successive

Impatto: diversi problemi presenti in libxml2.

Descrizione: diversi problemi di danneggiamento della memoria sono stati risolti attraverso una migliore convalida degli input.

CVE-2019-8749: rilevato da OSS-Fuzz

CVE-2019-8756: rilevato da OSS-Fuzz

Voce aggiunta il 29 ottobre 2019

UIFoundation

Disponibile per: Windows 7 e versioni successive

Impatto: l'elaborazione di un file di testo dannoso può causare l'esecuzione di codice arbitrario.

Descrizione: un overflow del buffer è stato risolto attraverso un migliore controllo dei limiti.

CVE-2019-8745: riusksk di VulWar Corp in collaborazione con Zero Day Initiative di Trend Micro

WebKit

Disponibile per: Windows 7 e versioni successive

Impatto: l'elaborazione di contenuti web dannosi può causare cross-site scripting universale.

Descrizione: un problema logico è stato risolto attraverso una migliore gestione dello stato.

CVE-2019-8625: Sergei Glazunov di Google Project Zero

CVE-2019-8719: Sergei Glazunov di Google Project Zero

CVE-2019-8764: Sergei Glazunov di Google Project Zero

Voce aggiornata il 29 ottobre 2019

WebKit

Disponibile per: Windows 7 e versioni successive

Impatto: l'elaborazione di contenuti web dannosi può causare l'esecuzione di codice arbitrario.

Descrizione: diversi problemi di danneggiamento della memoria sono stati risolti attraverso una migliore gestione della memoria.

CVE-2019-8707: un ricercatore anonimo in collaborazione con Zero Day Initiative di Trend Micro, cc in collaborazione con Zero Day Initiative di Trend Micro

CVE-2019-8726: Jihui Lu di Tencent KeenLab

CVE-2019-8728: Junho Jang del team addetto alla sicurezza di LINE e Hanul Choi di ABLY Corporation

CVE-2019-8733: Sergei Glazunov di Google Project Zero

CVE-2019-8734: rilevato da OSS-Fuzz

CVE-2019-8735: G. Geshev in collaborazione con Zero Day Initiative di Trend Micro

CVE-2019-8743: zhunki del Codesafe Team di Legendsec presso Qi'anxin Group

CVE-2019-8751: Dongzhuo Zhao in collaborazione con ADLab di Venustech

CVE-2019-8752: Dongzhuo Zhao in collaborazione con ADLab di Venustech

CVE-2019-8763: Sergei Glazunov di Google Project Zero

CVE-2019-8765: Samuel Groß di Google Project Zero

CVE-2019-8773: rilevato da OSS-Fuzz

Voce aggiornata il 29 ottobre 2019

WebKit

Disponibile per: Windows 7 e versioni successive

Impatto: l'elaborazione di contenuti web pericolosi può causare cross-site scripting universale.

Descrizione: un problema di convalida è stato risolto attraverso una migliore logica.

CVE-2019-8762: Sergei Glazunov di Google Project Zero

Voce aggiunta il 18 novembre 2019

Altri riconoscimenti

Aggiornamento Software

Ringraziamo Michael Gorelik (@smgoreli) di Morphisec (morphisec.com) per l'assistenza.

WebKit

Ringraziamo Yiğit Can YILMAZ (@yilmazcanyigit) e Zhihua Yao di DBAPPSecurity Zion Lab per l'assistenza.

Le informazioni su prodotti non fabbricati da Apple, o su siti web indipendenti non controllati o testati da Apple, non implicano alcuna raccomandazione o approvazione. Apple non si assume alcuna responsabilità in merito alla scelta, alle prestazioni o all'utilizzo di prodotti o siti web di terze parti. Apple non esprime alcuna opinione in merito alla precisione o all'affidabilità dei siti web di terze parti. Per ulteriori informazioni contatta il fornitore.

Data di pubblicazione: