Informazioni sui contenuti di sicurezza di iCloud per Windows 10.6

In questo documento vengono descritti i contenuti di sicurezza di iCloud per Windows 10.6.

Informazioni sugli aggiornamenti di sicurezza Apple

Per proteggere i propri clienti, Apple non divulga, illustra o conferma alcun problema relativo alla sicurezza prima di aver eseguito un'indagine approfondita e messo a disposizione le correzioni o gli aggiornamenti necessari. Puoi trovare un elenco delle nuove versioni alla pagina Aggiornamenti di sicurezza Apple.

Quando possibile, i documenti di sicurezza Apple utilizzano gli ID CVE per indicare le vulnerabilità.

Per ulteriori informazioni sulla sicurezza, visita la pagina relativa alla sicurezza dei prodotti Apple.

iCloud per Windows 10.6

Data di rilascio: 23 luglio 2019

libxslt

Disponibile per: Windows 10 e versioni successive tramite il Microsoft Store

Impatto: un malintenzionato collegato in remoto può essere in grado di visualizzare informazioni riservate

Descrizione: un overflow dello stack è stato risolto attraverso una migliore convalida dell'input.

CVE-2019-13118: rilevato da OSS-Fuzz

WebKit

Disponibile per: Windows 10 e versioni successive tramite il Microsoft Store

Impatto: l'elaborazione di contenuti web dannosi può causare cross-site scripting universale.

Descrizione: un problema logico è stato risolto attraverso una migliore gestione dello stato.

CVE-2019-8658: akayn in collaborazione con Zero Day Initiative di Trend Micro

WebKit

Disponibile per: Windows 10 e versioni successive tramite il Microsoft Store

Impatto: l'elaborazione di contenuti web dannosi può causare cross-site scripting universale.

Descrizione: si verificava un problema logico nella gestione dei caricamenti dei documenti. Il problema è stato risolto attraverso una migliore gestione dello stato.

CVE-2019-8690: Sergei Glazunov di Google Project Zero

WebKit

Disponibile per: Windows 10 e versioni successive tramite il Microsoft Store

Impatto: l'elaborazione di contenuti web dannosi può causare l'esecuzione di codice arbitrario.

Descrizione: diversi problemi di danneggiamento della memoria sono stati risolti attraverso una migliore gestione della memoria.

CVE-2019-8644: G. Geshev in collaborazione con Zero Day Initiative di Trend Micro

CVE-2019-8666: Zongming Wang (王宗明) e Zhe Jin (金哲) del Chengdu Security Response Center di Qihoo 360 Technology Co. Ltd.

CVE-2019-8669: akayn in collaborazione con Zero Day Initiative di Trend Micro

CVE-2019-8671: Apple

CVE-2019-8672: Samuel Groß di Google Project Zero

CVE-2019-8673: Soyeon Park e Wen Xu di SSLab presso il Georgia Tech

CVE-2019-8676: Soyeon Park e Wen Xu di SSLab presso il Georgia Tech

CVE-2019-8677: Jihui Lu di Tencent KeenLab

CVE-2019-8678: un ricercatore anonimo, Anthony Lai (@darkfloyd1014) di Knownsec, Ken Wong (@wwkenwong) di VXRL, Jeonghoon Shin (@singi21a) di Theori, Johnny Yu (@straight_blast) di VX Browser Exploitation Group, Chris Chan (@dr4g0nfl4me) di VX Browser Exploitation Group, Phil Mok (@shadyhamsters) di VX Browser Exploitation Group, Alan Ho (@alan_h0) di Knownsec, Byron Wai di VX Browser Exploitation

CVE-2019-8679: Jihui Lu di Tencent KeenLab

CVE-2019-8680: Jihui Lu di Tencent KeenLab

CVE-2019-8681: G. Geshev in collaborazione con Zero Day Initiative di Trend Micro

CVE-2019-8683: lokihardt di Google Project Zero

CVE-2019-8684: lokihardt di Google Project Zero

CVE-2019-8685: akayn, Dongzhuo Zhao in collaborazione con ADLab di Venustech, Ken Wong (@wwkenwong) di VXRL, Anthony Lai (@darkfloyd1014) di VXRL ed Eric Lung (@Khlung1) di VXRL

CVE-2019-8686: G. Geshev in collaborazione con Zero Day Initiative di Trend Micro

CVE-2019-8687: Apple

CVE-2019-8688: Insu Yun di SSLab presso il Georgia Tech

CVE-2019-8689: lokihardt di Google Project Zero

WebKit

Disponibile per: Windows 10 e versioni successive tramite il Microsoft Store

Impatto: l'elaborazione di contenuti web dannosi può causare cross-site scripting universale.

Descrizione: si verificava un problema logico nella gestione dei caricamenti simultanei delle pagine. Il problema è stato risolto attraverso una migliore gestione dello stato.

CVE-2019-8649: Sergei Glazunov di Google Project Zero

Le informazioni relative ai prodotti non fabbricati da Apple o ai siti web indipendenti non controllati o testati da Apple vengono fornite senza raccomandazioni o approvazioni. Apple non si assume alcuna responsabilità in merito alla scelta, alle prestazioni o all'utilizzo di prodotti o siti web di terze parti. Apple non esprime alcuna opinione in merito alla precisione o all'affidabilità dei siti web di terze parti. Esistono rischi impliciti nell'uso di internet. Per ulteriori informazioni contattare il fornitore. Altri nomi di aziende e prodotti potrebbero essere marchi dei rispettivi proprietari.

Data di pubblicazione: