Informazioni sui contenuti di sicurezza di iOS 11.4

In questo documento vengono descritti i contenuti di sicurezza di iOS 11.4.

Informazioni sugli aggiornamenti di sicurezza Apple

Per proteggere i propri clienti, Apple non divulga, illustra o conferma alcun problema relativo alla sicurezza prima di aver eseguito un'indagine approfondita e messo a disposizione le correzioni o gli aggiornamenti necessari. Puoi trovare un elenco delle nuove versioni alla pagina Aggiornamenti di sicurezza Apple.

Per ulteriori informazioni sulla sicurezza, visita la pagina relativa alla sicurezza dei prodotti Apple. Puoi codificare le comunicazioni con Apple usando la chiave PGP per la sicurezza dei prodotti Apple.

Quando possibile, i documenti di sicurezza Apple utilizzano gli ID CVE per indicare le vulnerabilità.

iOS 11.4

Data di rilascio: 29 maggio 2018

Bluetooth

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: un'applicazione pericolosa potrebbe rendere più elevati i privilegi.

Descrizione: un overflow del buffer è stato risolto attraverso una migliore convalida delle dimensioni.

CVE-2018-4215: Abraham Masri (@cheesecakeufo)

Bluetooth

Disponibile per: iPhone X, iPhone 8, iPhone 8 Plus, iPad di sesta generazione e iPad Air 2

Nessun impatto: HomePod

Impatto: un utente malintenzionato in una posizione privilegiata sulla rete può essere in grado di intercettare il traffico Bluetooth

Descrizione: si verificava un problema relativo al Bluetooth. Questo problema è stato risolto attraverso una migliore convalida dell'input.

CVE-2018-5383: Lior Neumann e Eli Biham

Voce aggiunta il 23 luglio 2018

Contatti

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: l'elaborazione di un file vcf pericoloso potrebbe causare un'interruzione del servizio.

Descrizione: si verificava un problema di convalida nella gestione dei numeri di telefono. Il problema è stato risolto attraverso una migliore convalida dei numeri di telefono.

CVE-2018-4100: Abraham Masri (@cheesecakeufo)

CoreGraphics

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: l'elaborazione di contenuti web pericolosi può causare l'esecuzione di codice arbitrario.

Descrizione: un problema di lettura non nei limiti è stato risolto attraverso una migliore convalida dell'input.

CVE-2018-4194: Jihui Lu di Tencent KeenLab, Yu Zhou di Ant-financial Light-Year Security Lab

Voce aggiunta il 21 giugno 2018

Core Bluetooth

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: un'applicazione può essere in grado di eseguire codice arbitrario con privilegi di sistema.

Descrizione: un problema di danneggiamento della memoria è stato risolto attraverso una migliore gestione della memoria.

CVE-2018-4330: Apple

Voce aggiunta l'8 agosto 2018

FontParser

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: l'elaborazione di un file di font pericoloso può causare l'esecuzione di codice arbitrario.

Descrizione: un problema di danneggiamento della memoria è stato risolto attraverso un migliore convalida.

CVE-2018-4211: Proteas del Nirvan Team di Qihoo 360

iBooks

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: un utente malintenzionato in una posizione privilegiata sulla rete potrebbe riuscire a eseguire lo spoofing delle richieste di inserimento della password in iBooks.

Descrizione: un problema di convalida dell'input è stato risolto attraverso una migliore gestione dell'input.

CVE-2018-4202: Jerry Decime

Kernel

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: un'applicazione può essere in grado di eseguire codice arbitrario con privilegi kernel.

Descrizione: un overflow del buffer è stato risolto attraverso un migliore controllo dei limiti.

CVE-2018-4241: Ian Beer di Google Project Zero

CVE-2018-4243: Ian Beer di Google Project Zero

Kernel

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: un'applicazione può essere in grado di eseguire codice arbitrario con privilegi kernel.

Descrizione: un problema di danneggiamento della memoria è stato risolto attraverso una migliore gestione della memoria.

CVE-2018-4249: Kevin Backhouse di Semmle Ltd.

libxpc

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: un'applicazione potrebbe riuscire ad acquisire privilegi elevati.

Descrizione: un problema logico è stato risolto attraverso una migliore convalida.

CVE-2018-4237: Samuel Groß (@5aelo) in collaborazione con Zero Day Initiative di Trend Micro

Lente d'ingrandimento

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: una persona con accesso fisico a un dispositivo iOS potrebbe riuscire a vedere l'ultima immagine usata in Lente d'ingrandimento dal blocco schermo.

Descrizione: si verificava un problema di autorizzazioni in Lente d'ingrandimento.  Questo problema è stato risolto con ulteriori verifiche delle autorizzazioni.

CVE-2018-4239: un ricercatore anonimo

Mail

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: un utente malintenzionato potrebbe riuscire a esfiltrare i contenuti delle email con codifica S-MIME.

Descrizione: si verificava un problema nella gestione della codifica in Mail. Il problema è stato risolto attraverso un migliore isolamento di MIME in Mail.

CVE-2018-4227: Damian Poddebniak della Münster University of Applied Sciences, Christian Dresen della Münster University of Applied Sciences, Jens Müller della Ruhr-Universität Bochum, Fabian Ising della Münster University of Applied Sciences, Sebastian Schinzel della Münster University of Applied Sciences, Simon Friedberger della KU Leuven, Juraj Somorovsky della Ruhr-Universität Bochum, Jörg Schwenk della Ruhr-Universität Bochum

Messaggi

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: un utente locale potrebbe condurre attacchi di impersonificazione.

Descrizione: un problema di injection è stato risolto attraverso una migliore convalida dell'input.

CVE-2018-4235: Anurodh Pokharel di salesforce.com

Messaggi

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: l'elaborazione di un messaggio pericoloso potrebbe causare un'interruzione del servizio.

Descrizione: questo problema è stato risolto attraverso una migliore convalida dell'autorizzazione.

CVE-2018-4240: Sriram (@Sri_Hxor) di PrimeFort Pvt. Ltd

CVE-2018-4250: Metehan Yılmaz di Sesim Sarpkaya

Safari

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: un sito web dannoso può essere in grado di causare un'interruzione del servizio.

Descrizione: un problema di interruzione del servizio è stato risolto attraverso una migliore convalida.

CVE-2018-4247: François Renaud, Jesse Viviano di Verizon Enterprise Solutions

Sicurezza

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: gli utenti potrebbero essere monitorati da siti web dannosi tramite i certificati client.

Descrizione: si verificava un problema nella gestione dei certificati S-MIME. Il problema è stato risolto attraverso una migliore convalida dei certificati S-MIME.

CVE-2018-4221: Damian Poddebniak della Münster University of Applied Sciences, Christian Dresen della Münster University of Applied Sciences, Jens Müller della Ruhr-Universität Bochum, Fabian Ising della Münster University of Applied Sciences, Sebastian Schinzel della Münster University of Applied Sciences, Simon Friedberger della KU Leuven, Juraj Somorovsky della Ruhr-Universität Bochum, Jörg Schwenk della Ruhr-Universität Bochum

Sicurezza

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: un utente locale potrebbe riuscire a leggere un identificatore account persistente.

Descrizione: un problema di autorizzazione è stato risolto attraverso una migliore gestione dello stato.

CVE-2018-4223: Abraham Masri (@cheesecakeufo)

Sicurezza

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: un utente locale potrebbe riuscire a leggere un identificatore di dispositivi persistente.

Descrizione: un problema di autorizzazione è stato risolto attraverso una migliore gestione dello stato.

CVE-2018-4224: Abraham Masri (@cheesecakeufo)

Sicurezza

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: un utente locale potrebbe riuscire a modificare lo stato del portachiavi.

Descrizione: un problema di autorizzazione è stato risolto attraverso una migliore gestione dello stato.

CVE-2018-4225: Abraham Masri (@cheesecakeufo)

Sicurezza

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: un utente locale può essere in grado di visualizzare informazioni riservate degli utenti.

Descrizione: un problema di autorizzazione è stato risolto attraverso una migliore gestione dello stato.

CVE-2018-4226: Abraham Masri (@cheesecakeufo)

Siri

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: una persona con accesso fisico a un dispositivo iOS potrebbe attivare Siri dal blocco schermo.

Descrizione: si verificava un problema con le autorizzazioni di Siri. Questo problema è stato risolto attraverso un migliore controllo delle autorizzazioni.

CVE-2018-4238: Baljinder Singh, Muhammad khizer javed, Onur Can BIKMAZ (@CanBkmaz) della Mustafa Kemal University

Siri

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: una persona con accesso fisico a un dispositivo iOS potrebbe riuscire a usare Siri per leggere le notifiche di contenuti impostati per non essere visualizzati nel blocco schermo.

Descrizione: si verificava un problema con le autorizzazioni di Siri. Questo problema è stato risolto attraverso un migliore controllo delle autorizzazioni.

CVE-2018-4252: Hunter Byrnes, Martin Winkelmann (@Winkelmannnn)

Contatti Siri

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: un utente malintenzionato con accesso fisico a un dispositivo potrebbe riuscire a visualizzare informazioni di contatto private.

Descrizione: si verificava un problema con le autorizzazioni di Siri. Questo problema è stato risolto attraverso un migliore controllo delle autorizzazioni.

CVE-2018-4244: un ricercatore anonimo

UIKit

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: l'elaborazione di un file di testo pericoloso potrebbe causare un'interruzione del servizio.

Descrizione: si verificava un problema di convalida nella gestione dei file di testo. Questo problema è stato risolto attraverso una migliore convalida del file di testo.

CVE-2018-4198: Hunter Byrnes

WebKit

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: l'accesso a un sito web pericoloso può causare lo spoofing della barra degli indirizzi.

Descrizione: un problema di interfaccia utente non coerente è stato risolto con una migliore gestione dello stato.

CVE-2018-4188: YoKo Kho (@YoKoAcc) di Mitra Integrasi Informatika, PT

WebKit

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: l'elaborazione di contenuti web pericolosi può causare l'esecuzione di codice arbitrario.

Descrizione: diversi problemi di danneggiamento della memoria sono stati risolti attraverso una migliore gestione della memoria.

CVE-2018-4201: un ricercatore anonimo

CVE-2018-4218: Natalie Silvanovich di Google Project Zero

CVE-2018-4233: Samuel Gross (@5aelo) in collaborazione con Zero Day Initiative di Trend Micro

WebKit

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: l'elaborazione di contenuti web pericolosi può causare l'esecuzione di codice arbitrario.

Descrizione: un problema di overflow del buffer è stato risolto attraverso una migliore gestione della memoria.

CVE-2018-4199: Alex Plaskett, Georgi Geshev e Fabi Beterke di MWR Labs in collaborazione con Zero Day Initiative di Trend Micro

Voce aggiornata il 14 giugno 2018

WebKit

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: l'accesso a un sito web pericoloso può causare la sovrascrittura dei cookie.

Descrizione: si verificava un problema di autorizzazioni nella gestione dei cookie del browser web che è stato risolto attraverso migliori limitazioni.

CVE-2018-4232: un ricercatore anonimo, Aymeric Chaib

WebKit

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: l'elaborazione di contenuti web pericolosi può causare l'esecuzione di codice arbitrario.

Descrizione: una race condition è stata risolta attraverso un blocco migliore.

CVE-2018-4192: Markus Gaasedelen, Nick Burnett e Patrick Biernat di Ret2 Systems, Inc. in collaborazione con Zero Day Initiative di Trend Micro

WebKit

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: l'elaborazione di contenuto web pericoloso può causare un crash imprevisto di Safari.

Descrizione: un problema di danneggiamento della memoria è stato risolto attraverso un migliore convalida dell'input.

CVE-2018-4214: rilevato da OSS-Fuzz

WebKit

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: l'elaborazione di contenuti web pericolosi può causare l'esecuzione di codice arbitrario.

Descrizione: un problema di danneggiamento della memoria è stato risolto attraverso una migliore gestione della memoria.

CVE-2018-4204: rilevato da OSS-Fuzz, Richard Zhu (fluorescence) in collaborazione con Trend Micro's Zero Day Initiative

WebKit

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: l'elaborazione di contenuti web pericolosi può causare l'esecuzione di codice arbitrario.

Descrizione: un problema di confusione dei tipi è stato risolto attraverso una migliore gestione della memoria.

CVE-2018-4246: rilevato da OSS-Fuzz

WebKit

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: l'accesso a un sito web pericoloso può causare la perdita di dati sensibili.

Descrizione: le credenziali venivano inviate in modo imprevisto durante il recupero di immagini con CSS mask-image. Questo problema è stato risolto utilizzando un metodo di recupero con CORS abilitato.

CVE-2018-4190: Jun Kokatsu (@shhnjk)

WebKit

Disponibile per: iPhone 5s e modelli successivi, iPad Air e modelli successivi, iPod touch (6a generazione)

Impatto: l'elaborazione di contenuti web pericolosi può causare l'esecuzione di codice arbitrario.

Descrizione: un problema di lettura non nei limiti è stato risolto attraverso una migliore convalida dell'input.

CVE-2018-4222: Natalie Silvanovich di Google Project Zero

Le informazioni relative ai prodotti non fabbricati da Apple o ai siti web indipendenti non controllati o testati da Apple vengono fornite senza raccomandazioni o approvazioni. Apple non si assume alcuna responsabilità in merito alla scelta, alle prestazioni o all'utilizzo di prodotti o siti web di terze parti. Apple non esprime alcuna opinione in merito alla precisione o all'affidabilità dei siti web di terze parti. Esistono rischi impliciti nell'uso di internet. Per ulteriori informazioni contattare il fornitore. Altri nomi di aziende e prodotti potrebbero essere marchi dei rispettivi proprietari.

Data di pubblicazione: