Informazioni sul contenuto di sicurezza di Safari 6.1.3 e 7.0.3

In questo documento viene illustrato il contenuto di sicurezza di Safari 6.1.3 e 7.0.3.

Questo aggiornamento può essere scaricato e installato tramite Aggiornamento Software o tramite il sito web del supporto Apple.

Per proteggere i propri clienti, Apple non divulga, illustra o conferma alcun problema relativo alla sicurezza prima di aver eseguito un'indagine approfondita e messo a disposizione le correzioni o gli aggiornamenti necessari. Per ulteriori informazioni consulta il sito web sulla sicurezza dei prodotti Apple.

Per informazioni sulla chiave PGP per la sicurezza dei prodotti Apple leggi l'articolo "Come usare la chiave PGP per la sicurezza dei prodotti Apple".

Quando possibile, vengono utilizzati ID CVE per fornire ulteriori informazioni sulle vulnerabilità.

Per informazioni su altri aggiornamenti di sicurezza consulta "Aggiornamenti di sicurezza Apple".

Safari 6.1.3 e Safari 7.0.3

  • WebKit

    Disponibile per: OS X Lion 10.7.5, OS X Lion Server 10.7.5, OS X Mountain Lion 10.8.5, OS X Mavericks 10.9.2

    Impatto: l'accesso a un sito web pericoloso potrebbe causare una chiusura improvvisa dell'applicazione o l'esecuzione di codice arbitrario.

    Descrizione: sono stati rilevati diversi problemi di danneggiamento della memoria in WebKit. Questi problemi sono stati risolti mediante una migliore gestione della memoria.

    CVE-ID

    CVE-2013-2871: miaubiz

    CVE-2013-2926: cloudfuzzer

    CVE-2013-2928: Google Chrome Security Team

    CVE-2013-6625: cloudfuzzer

    CVE-2014-1289: Apple

    CVE-2014-1290: ant4g0nist (SegFault) collaboratore della Zero Day Initiative di HP, Google Chrome Security Team

    CVE-2014-1291: Google Chrome Security Team

    CVE-2014-1292: Google Chrome Security Team

    CVE-2014-1293: Google Chrome Security Team

    CVE-2014-1294: Google Chrome Security Team

    CVE-2014-1298: Google Chrome Security Team

    CVE-2014-1299: Google Chrome Security Team, Apple, Renata Hodovan dell'Università di Szeged/Samsung Electronics

    CVE-2014-1300: Ian Beer di Google Project Zero collaboratore della Zero Day Initiative di HP

    CVE-2014-1301: Google Chrome Security Team

    CVE-2014-1302: Google Chrome Security Team, Apple

    CVE-2014-1303: KeenTeam collaboratore della Zero Day Initiative di HP

    CVE-2014-1304: Apple

    CVE-2014-1305: Apple

    CVE-2014-1307: Google Chrome Security Team

    CVE-2014-1308: Google Chrome Security Team

    CVE-2014-1309: cloudfuzzer

    CVE-2014-1310: Google Chrome Security Team

    CVE-2014-1311: Google Chrome Security Team

    CVE-2014-1312: Google Chrome Security Team

    CVE-2014-1313: Google Chrome Security Team

    CVE-2014-1713: VUPEN collaboratore della Zero Day Initiative di HP

  • WebKit

    Disponibile per: OS X Lion 10.7.5, OS X Lion Server 10.7.5, OS X Mountain Lion 10.8.5, OS X Mavericks 10.9.2

    Impatto: un malintenzionato che esegue codice arbitrario nel WebProcess potrebbe essere in grado di leggere file arbitrari nonostante le restrizioni della sandbox.

    Descrizione: veniva rilevato un problema logico nella gestione dei messaggi IPC dal WebProcess. Questo problema è stato risolto attraverso un'ulteriore convalida dei messaggi IPC.

    CVE-ID

    CVE-2014-1297: Ian Beer della Google Project Zero

Le informazioni relative ai prodotti non fabbricati da Apple o ai siti web indipendenti non controllati o testati da Apple vengono fornite senza raccomandazioni o approvazioni. Apple non si assume alcuna responsabilità in merito alla scelta, alle prestazioni o all'utilizzo di prodotti o siti web di terze parti. Apple non esprime alcuna opinione in merito alla precisione o all'affidabilità dei siti web di terze parti. Esistono rischi impliciti nell'uso di internet. Per ulteriori informazioni contattare il fornitore. Altri nomi di aziende e prodotti potrebbero essere marchi dei rispettivi proprietari.

Data di pubblicazione: