Download icon

Disk Copy 6.3.3

Questo articolo è stato archiviato e non viene più aggiornato da Apple.

Disk Copy è una utility che consente di attivare immagini disco sulla Scrivania, creare copie esatte di dischetti da un'immagine disco, convertire delle immagini disco da un formato all'altro, creare un'immagine disco da un volume attivo o da una singola cartella, suddividere un'immagine disco in più documenti distinti, creare immagini disco ad attivazione automatica e creare una nuova immagine disco vuota.

Con l'ausilio di script di DiskScript e AppleScript e di immagini ad attivazione automatica, può essere utilizzato per automatizzare le installazioni di software e la gestione e modifica delle immagini disco.

Queste informazioni di riferimento illustrano le funzionalità fondamentali di Disk Copy. Per informazioni più dettagliate, consultare la documentazione cartacea e gli aiuti in linea di Disk Copy.

Cambiamenti rispetto a Disk Copy 6.3.2

  • La nuova versione integra il supporto dell'accesso alle immagini disco con Macintosh Compatibility
  • Application ??? di Mac OS X Server.

Cambiamenti rispetto a Disk Copy 6.3.1

  • È stato eliminato un problema che impediva l'accesso ai file server AppleShare tramite
  • le finestre di dialogo dei servizi di navigazione.
  • È stato aggiunto il supporto della creazione di dischetti da alcune unità disco USB.
  • La nuova versione include vari miglioramenti di interfaccia.

Cambiamenti rispetto a Disk Copy 6.3

  • È stato eliminato un problema che impediva la creazione di un'immagine a sola lettura o compressa a sola lettura da volumi al termine dei quali esistono dati corretti.

Cambiamenti rispetto a Disk Copy 6.2

  • È stato aggiunto il supporto dei servizi di navigazione.
  • È stata aggiunta la possibilità di duplicare un dischetto.
  • È stato aggiunto il supporto della creazione di immagini ad attivazione automatica.
  • Il supporto di AppleScript ora include vari miglioramenti.
  • È stato risolto un problema connesso a possibili perdite di dati durante la creazione di un'immagine di una cartella da un volume in formato HFS+.
  • La creazione di un'immagine di una cartella contenente meno di 32MB di dati da un volume HFS+ produce un volume in formato HFS.
  • La nuova versione include vari miglioramenti di interfaccia.

Cambiamenti rispetto a Disk Copy 6.1.3

  • È stata aggiunta la possibilità di creare immagini vuote che supportano le operazioni di lettura/scrittura.
  • È stato aggiunto il supporto dei volumi in formato Macintosh Esteso.
  • È stato aggiunto il supporto delle immagini suddivise.
  • Disk Copy ora può essere avviato anche se sul sistema non è presente la libreria condivisa ObjectSupportLib, ma il menu degli script collegabili e il controllo AppleScript dell'applicazione saranno disabilitati.
  • La nuova versione include vari miglioramenti di interfaccia.

Cambiamenti rispetto a Disk Copy 6.1.2

  • È stato risolto un problema connesso alla creazione di dischetti da dischi non inizializzati che si verificava su alcuni computer.
  • È stato risolto un problema connesso alla conversione di alcune immagini disco in formato Disk Copy 4.2.
  • La nuova versione include vari miglioramenti di interfaccia.
  • È stato aggiunto il supporto dei caratteri a due byte per gli Apple Language Kit.
  • Disk Copy ora può essere avviato anche se sul sistema non è presente la libreria condivisa
  • AppleScriptLib, ma il menu degli script collegabili sarà disabilitato.

Cambiamenti rispetto a Disk Copy 6.1

  • Supporto di AppleShare IP 5.0: ora Disk Copy consente di attivare immagini tramite AppleTalk o TCP/IP.
  • Le opzioni Mount Image ??? e Convert Image ??? ora includono un pulsante "Skip" ??? disponibile durante la verifica della checksum.
  • Se Disk Copy è in primo piano e in un'unità viene inserito un disco (dischetto, CD e così via), il comando "Create Image from Disk..." ??? viene avviato automaticamente.
  • Disk Copy ora consente di attivare un'immagine disco presente all'interno di un'immagine disco, fino al quinto livello di profondità.
  • È stato migliorato il supporto di AppleScript.
  • È stato migliorato il supporto di Macintosh Application Environment.
  • La nuova versione include vari miglioramenti di interfaccia.
  • È stato risolto un problema connesso ad alcune immagini disco in formato 8000K di Disk Copy 4.2.

Requisiti di sistema e funzionalità supportate

Disk Copy richiede System 7.0.1 o una versione successiva ed è un'applicazione in formato "binario fat" che supporta i computer compatibili Mac OS basati sia su PowerPC sia su 68K. Disk Copy supporta anche Macintosh Application Environment 3.0 Update 4 ??? o una versione successiva, mentre A/UX non è supportato. Disk Copy offre un sistema completo di aiuti in linea, una configurazione Drag and Drop (richiede System Software 7.5 o una versione successiva), AppleScript, PlainTalk Text-to-Speech, servizi di navigazione e le funzionalità di firma digitale di DigiSign.

Nota: A causa di un potenziale problema connesso alla cache dei dati, non è consigliabile creare o lavorare con immagini disco che supportano operazioni di lettura/scrittura se il software di sistema utilizzato è una versioneprecedente rispetto a System 7.5. Qualora fosse necessario creare o utilizzare immagini con proprietà di lettura/scrittura, è opportuno effettuare l'aggiornamento a System 7.5 o una versione successiva.

Formati delle immagini disco

Disk Copy consente la lettura e scrittura di tre tipi di immagini disco NDIF (New Disk Image Format), ovvero immagini a lettura/scrittura, a sola lettura e compresse a sola lettura, delle immagini disco di Disk Copy 4.2 e, inoltre, la lettura di immagini disco di tipo DART e in altri formati. Disk Copy supporta inoltre le immagini disco suddivise.

Immagini disco suddivise

Disk Copy supporta l'attivazione di immagini disco suddivise in più documenti distinti. Quando si trascina su Disk Copy qualsiasi parte di un'immagine disco suddivisa, l'applicazione rileva tutte le altre parti che la compongono e attiva il volume rappresentato dall'immagine suddivisa, a condizione che tutte le parti si trovino nella stessa cartella. Se una parte non è presente (o è danneggiata), Disk Copy determina di quale parte si tratta e registra questa informazione nei resoconti sugli eventi e sugli errori. Durante l'attivazione, la conversione o la creazione di un dischetto, il primo documento in un'immagine disco suddivisa appare a Disk Copy sotto forma di normale immagine disco, mentre le altre parti vengono riconosciute nel momento in cui vengono trascinate su Disk Copy. Tutte le parti che compongono un'immagine disco devono trovarsi in un'unica cartella e su un volume da cui Disk Copy può attivare un'unica immagine di documento. Il programma non supporta la risoluzione di alias delle parti di un'immagine.

La creazione di immagini disco suddivise è supportata tramite l'interfaccia AppleScript di Disk Copy.

Immagini ad attivazione automatica

Disk Copy supporta la creazione di applicazioni che contengono immagini ad attivazione automatica (o SMI)che possono essere attivate anche in assenza dell'applicazione Disk Copy. Quando si fa doppio clic su un'immagine ad attivazione automatica o la si apre, Disk Copy verifica la checksum dell'immagine all'interno dell'immagine ad
attivazione automatica e attiva l'immagine. Inoltre, un'immagine ad attivazione automatica può essere configurata in modo che un'applicazione o un documento venga automaticamente avviato nel momento in cui viene attivata l'immagine (in modo similare a DiskScript). Per informazioni sulla sintassi di AppleScript da utilizzare per creare un'immagine ad attivazione automatica, consultare il dizionario AppleScript di Disk Copy.

Per creare un'immagine disco ad attivazione automatica è necessario disporre di System 8.1 o una versionesuccessiva (l'immagine ad attivazione automatica a sua volta sarà supportata da System 7.0.1 e versioni successive).

Attivazione delle immagini disco

  • Selezionare una o più immagini disco/parti di immagini disco e fare doppio clic sulla selezione. Questa procedura è valida solo per le immagini NDIF (a lettura/scrittura, a sola lettura e compresse a sola lettura).
  • Selezionare una o più immagini disco/parti di immagini disco e trascinare la selezione nella finestra principale di Disk Copy (se si utilizza System 7.5 o una versione successiva).
  • Selezionare una o più immagini disco/parti di immagini disco e trascinare la selezione sull'icona dell'applicazione Disk Copy.
  • Scegliere "Mount Image..." dal menu Image , quindi selezionare un'immagine disco.

Nota: Selezionando più parti di un'immagine disco suddivisa e trascinandole su Disk Copy il volume dell'immagine suddivisa verrà attivato (a condizione che tutte le parti si trovino nella stessa cartella) e, in seguito, verranno eseguite operazioni di attivazione per ognuna delle parti di immagine trascinata su Disk Copy. Per attivare il volume contenuto in un'immagine disco suddivisa è sufficiente trascinare su Disk Copy una delle parti che la compongono.

Dopo la selezione di un'immagine disco, Disk Copy visualizza una finestra di dialogo con una barra di progressione per l'attivazione e la verifica della checksum (se la relativa opzione è selezionata) e sulla Scrivania appare un'iconacorrispondente al volume attivato.

A questo punto è possibile lavorare con il volume attivato esattamente come se si trattasse di un volume normale. Per disattivare il volume, trascinare la relativa icona sul Cestino oppure selezionare l'icona e scegliere il comando "Rimetti a Posto" dal menu Archivio. Quando si riavvia il computer, qualsiasi immagine disco viene disattivata.

Creazione di dischetti da immagini disco

  • Selezionare una o più immagini disco e fare doppio clic tenendo contemporaneamente premuto il tasto Opzione. Questa procedura è valida solo per le immagini NDIF a lettura/scrittura, a sola lettura e compresse a sola lettura.
  • Selezionare una o più immagini disco e, tenendo premuto il tasto Opzione, trascinarle nella finestra principale di Disk Copy (richiede System 7.5 o una versione successiva).
  • Selezionare una o più immagini disco e, tenendo premuto il tasto Opzione, trascinare la selezione sull'icona dell'applicazione Disk Copy.
  • Scegliere "Make a Floppy..."dal menu Utilities , quindi selezionare un'immagine disco.

Disk Copy richiede PC Exchange per creare dischetti da immagini disco che contengono volumi DOS o ProDOS, come un immagine di un'unità di PC o un dischetto formattato da DOS. Per creare dischetti DMF (un formato per PC da 1,7 MB), Disk Copy richiede la presenza di un'unità SuperDrive e di Mac OS 7.6 o una versione successiva, che include PC Exchange versione 2.1.1 o successiva.

Prima di tentare di creare un dischetto, gli utenti di computer PowerBook con unità disco rimovibili o esterne devono assicurarsi che l'unità disco sia installata su PowerBook.

Dopo la selezione di un'immagine disco, Disk Copy visualizza una finestra di dialogo con una barra di progressione per l'attivazione e la verifica della checksum e richiede l'inserimento di un dischetto di dimensioni pari a quelle dell'immagine disco; ad esempio, non è possibile utilizzare un dischetto da 1,4 MB per creare un'immagine disco da 800k.

Durante la creazione di dischetti, Disk Copy utilizza una quantità di memoria maggiore rispetto alla propria assegnazione di memoria di default. Se la quantità di RAM disponibile nel sistema non è sufficiente, Disk Copy non sarà in grado di creare il dischetto e visualizzerà un messaggio di errore. In questo caso, uscire da qualsiasi altra applicazione in esecuzione oppure aumentare la quantità di memoria assegnata a Disk Copy impostando un valore pari a 2048K.

Se si inserisce un dischetto già formattato in precedenza e nella finestra di dialogo Preferences ??? è selezionata l'opzione "Confirm Erase" ???, Disk Copy visualizza una finestra di dialogo con un messaggio che richiede di confermare l'operazione prima di procedere alla cancellazione del dischetto e alla copia di nuovi dati su di esso.

Duplicazione di dischetti

Se la preferenza applicazione per AppleScript 'auto copy upon floppy insert' è impostata su 'true' , quando Disk Copy è in primo piano e viene inserito un dischetto questo viene duplicato anziché registrato come immagine disco.

Creazione di immagini disco

  • Selezionare una o più cartelle o dischi e trascinarli nella finestra principale di Disk Copy (richiede System 7.5 o una versione successiva). Ogni cartella e ogni disco darà origine a una immagine disco distinta.
  • Selezionare una o più cartelle o dischi e trascinarli sull'icona dell'applicazione Disk Copy. Ogni cartella e ogni disco darà origine a una immagine discodistinta.
  • Scegliere "Create Image from Folder..." dal menu Image e selezionare una cartella.
  • Scegliere "Create Image from Disk..." dal menu Image e selezionare un disco.
  • Scegliere "Create New Image..." dal menu Image e immettere un nome di documento per l'immagine disco.
  • Portare Disk Copy in primo piano e inserire un disco nell'apposita unità.

Dopo la selezione di una cartella o un disco, Disk Copy visualizza una finestra di dialogo di salvataggio in cui è possibile immettere un nome e scegliere un formato e le dimensioni per la nuova immagine disco. Quando si crea una nuova immagine viene visualizzata innanzitutto una finestra di dialogo di salvataggio, seguita da una finestra di dialogo di inizializzazione del disco.

Conversione di immagini disco

  • Selezionare una o più immagini disco e, tenendo premuto il tasto Comando, fare doppio clic sulla selezione. Questa procedura è valida solo per le immagini NDIF a lettura/scrittura, a sola lettura e compresse a sola lettura.
  • Selezionare una o più immagini disco e, tenendo premuto il tasto Comando, trascinarle nella finestra principale di Disk Copy (richiede System 7.5 o una versione successiva).
  • Selezionare una o più immagini disco e, tenendo premuto il tasto Comando, trascinarle sull'icona dell'applicazione Disk Copy.
  • Scegliere "Convert Image..." dal menu Image e selezionare un'immagine disco.

Dopo la selezione di un'immagine disco, viene visualizzata la stessa finestra di dialogo standard che appare durante la creazione di una nuova immagine disco. La conversione in effetti consiste nella creazione di una nuova immagine basata su quella originale.

A questo punto, Disk Copy crea una nuova immagine disco basata sull'originale selezionato e la registra utilizzando le opzioni di formato e dimensioni.

Nota: Quando si converte un'immagine disco suddivisa, la nuova immagine disco sarà un'immagine disco costituita da un singolo documento. Per creare un'immagine suddivisa, è necessario utilizzare uno script di AppleScript.

Informazioni sul resoconto di Disk Copy

La finestra del resoconto di Disk Copy mantiene un registro dettagliato di tutte le attività dall'ultimo avvio dell'applicazione Disk Copy. Per visualizzare la finestra del resoconto, scegliere "Show Log Window" dal menu Edit. Il contenuto della finestra del resoconto può essere registrato nel documento "Disk Copy Log" selezionando l'opzione "Save Log" nella finestra di dialogo Preferences.

Se l'opzione "Save Log" è disattivata e il documento "Disk Copy Log" viene eliminato, questo non verrà ricreato finché non verrà riselezionata l'opzione "Save Log".

Esecuzione di uno script di DiskScript

Uno script di DiskScript è un documento speciale contenente comandi che fanno sì che Disk Copy esegua un'azione su un elenco di immagini disco e avvii facoltativamente un'applicazione in presenza o in assenza di un documento specifico. Gli script di DiskScript non sono connessi a e non richiedono script di AppleScript per essere eseguiti.

  • Selezionare uno o più script di DiskScript e fare doppio clic sulla selezione.
  • Selezionare uno o più script di DiskScript e trascinarli nella finestra principale di Disk Copy (richiede System 7.5 o una versione successiva).
  • Selezionare uno o più script di DiskScript e trascinarli sull'icona dell'applicazione Disk Copy.
  • Scegliere "Execute DiskScript..." dal menu File e selezionare uno script di DiskScript.

Supporto di AppleScript

Disk Copy offre un supporto completo degli script, della registrazione e delle funzionalità di collegamento. Per ottenere un elenco dei comandi di scripting disponibili, utilizzare un'applicazione di modifica di script per visualizzare il dizionario AppleScript di Disk Copy.

Gli script di AppleScript possono essere eseguiti direttamente da Disk Copy inserendoli in una cartella chiamata 'Scripts' all'interno della stessa cartella di Disk Copy. Quando è presente una cartella Scripts contenente script AppleScript, in Disk Copy diventa disponibile un nuovo menu chiamato "Scripts" . Selezionando uno script di AppleScript da questo menu, l'handler "on run" dello script in questione viene eseguito.

Le scripting addition presenti nella cartella Scripts sono accessibili dagli script di AppleScript eseguiti dal menu 'Scripts' di Disk Copy. Nello script di AppleScript, inserirli tra i comandi 'Tell Application "Disk Copy"' e 'End Tell' per potervi accedere.

Nota: Quando si apre uno script di AppleScript che utilizza Disk Copy o si apre Disk Copy con Script Editor per visualizzarne il dizionario, l'applicazione Disk Copy viene avviata per consentire che qualsiasi scripting addition nella cartella Scripts appaia nel dizionario e qualsiasi script di AppleScript che utilizza le scripting addition venga compilato.

Nota: L'esecuzione di script di AppleScript di grandi dimensioni dalla cartella "Scripts" o l'aggiunta di scripting addition alla cartella "Scripts" può richiedere un aumento della quantità di memoria assegnata a Disk Copy.

Dimensione documento: 780 KB

Requisiti di sistema Lingue supportate