Come prepararsi alle modifiche apportate alla funzione Cache dei contenuti in macOS High Sierra

Dopo aver eseguito l'aggiornamento a macOS High Sierra, la funzione Cache dei contenuti sarà integrata nel sistema operativo. Scopri come funziona Cache dei contenuti in macOS High Sierra.

Dopo aver eseguito l'upgrade a macOS High Sierra, l'opzione di caching con tethering è disponibile nell'impostazione Cache dei contenuti nel pannello Condivisione di Preferenze di Sistema. Questo servizio consente a un Mac di condividere la propria connessione internet con molti dispositivi iOS collegati tramite USB e di eseguire il caching di tipi specifici di contenuti al momento dell'installazione su ciascuno dei dispositivi collegati.

macOS High Sierra introduce la funzione Parent, che consente di selezionare un Mac che trasmetterà tutti i contenuti memorizzati nella cache al Mac in uso. I dispositivi parent possono anche essere dispositivi figlio con servizi di caching in hosting, rendendo così possibile la configurazione del caching a più livelli.

Ad esempio, nella sede principale, puoi selezionare un iMac come dispositivo parent per il servizio di caching. Gli altri uffici dislocati nella stessa città possono usare la sede principale come servizio di caching parent, consentendo la trasmissione di potenziali aggiornamenti dalla sede principale agli altri uffici. 

Prima di configurare la funzione Cache dei contenuti

Per usare la funzione Cache dei contenuti in macOS High Sierra, devi:

  • Attivare "Condividi connessione a Internet" nell'impostazione Cache dei contenuti nel pannello Condivisione di Preferenze di Sistema.
  • Installare iOS 10.3 o versioni successive su tutti i dispositivi iOS.
  • Stabilire una connessione a internet sul Mac tramite Ethernet.
  • Collega il Mac all'alimentazione. Il servizio di caching con tethering impedisce che il Mac passi allo stato di stop.

Una volta configurata la funzione Cache dei contenuti, i contenuti vengono scaricati una volta nel Mac e memorizzati nella cache prima di essere trasmessi tramite USB a ciascuno dei dispositivi iOS connessi per l'installazione.

Rispetto all'aggiornamento di ogni singolo dispositivo tramite Wi-Fi, questo permette di risparmiare tempo, larghezza di banda e di usare meno la rete Wi-Fi locale quando si utilizza un carrello o un hub USB e si aggiornano più dispositivi contemporaneamente. La funzione Cache dei contenuti può essere usata per installare app di grandi dimensioni quando si preparano i dispositivi per l'inizio di un trimestre o di un nuovo anno scolastico. 

Gestione della funzione Cache dei contenuti

  1. Seleziona il pannello Condivisione di Preferenze di Sistema.
  2. Seleziona Cache dei contenuti dalla barra laterale del pannello Condivisione.
  3. Premi il tasto Opzione, quindi fai clic sul pulsante delle opzioni avanzate.

Il caching dei contenuti di iCloud non deve essere eseguito attraverso un servizio di caching parent. Ogni sede deve eseguire autonomamente il caching dei propri contenuti di iCloud.

Data di pubblicazione: